Cerchi lavoro? Vai in Germania

sabato 28 maggio 2011

CE N’È PER OGNI MANSIONE. E NON SI TRATTA DI LAVORETTI

MIRACOLO GERMANIA

Lassù migliaia di chance

Sommarietto

Pur di trovare ciò di cui c’è bisogno si mettono in campo incentivi e condizioni di particolare favore. Ecco come scoprire il posto giusto

Se il lavoro a casa non c’è, vediamo dove lo si può trovare. È uno degli assiomi della flessibilità, la parola d’ordine del terzo millennio. Sei un ingegnere e in Italia riesci solo a passare da uno stage all’altro? Prova a proporti in Germania. Al momento, sono proprio i tedeschi a dettare legge nell’economia europea e a offrire posti e stipendi.

Contro la crisi si sono mossi con teutonica efficienza e vantano, oggi, un incremento del Pil oltre il 4%, mentre l’Itaia è ancorata a percentuali che si aggirano intorno all’1%. Alla fine dell’anno scorso, Berlino ha preso di mira quello che sembrava un target impossibile: la piena occupazione.

Tanto che le imprese hanno talmente bisogno di manodopera che hanno cominciato a litigarsi i dipendenti a colpi di premi e incentivi.

LA “FAME” DI MANODOPERA

CIFRE IMPORTANTI IN QUASI TUTTI I SETTORI

In Germania c’è posto per almeno 500.000 lavoratori, nel prossimo futuro, e possibilmente qualificati. Per esempio, la Volkswagen vuole aumentare, entro il 2015, l’organico di 50.000 addetti. E servono 34.000 ingegneri, 30.000 autisti, 23.000 operai, 20.000 infermieri e anche 30.000 cuochi (qui per gli italiani c’è una tacita corsia preferenziale) e 20.000 impiegati.

Le retribuzioni, di cui pubblichiamo a parte un’analisi, sono buone anzi ottime almeno una volta e mezza o addirittura il doppio rispetto alle corrispondenti italiane. In ogni caso, per un lavoro da laureato è difficile scendere sotto i 30.000 euro netti.

Inoltre, le condizioni di lavoro eccellenti, non solo riguardo alle bute paga ma anche a tutto ciò che ruota intorno: flessibilità, gestione delle ferie, previdenza sociale. Il mercato del lavoro tedesco si può considerare uno dei più regolamentati, ma non per questo rigido. In più, in buona parte delle imprese l’attività media è di sole 35 ore con 30 giorni di ferie pagate.

o Nei ristoranti e negli alberghi. Ma chi può avere più chance? Ovvero, quali sono le professionalità più richieste? Prima si è fatto cenno ad alcune necessità indicate dalle imprese tedesche. Bisogna aggiungere che ci sono certi lavori – oltre a quelli citati – di cui nel paese di Ghoete c’è sempre bisogno.

Per esempio, il personale per ristoranti e alberghi, e non solo stagionale perché ottenere la conferma, se si conosce bene il mestiere, non è poi così difficile. Cuochi, quindi, ma anche camerieri, sommelier, aiuto cuochi, facchini, barman. Inoltre, in Germania c’è da sempre penuria di muratori la cui retribuzione è pari e anche superiore a quella degli operai specializzati.

Poi, ogni tanto, capita l’offerta che “fa la differenza”. Per esempio, negli ultimi tempi, due industrie chiedevano ingegneri: la Aerotec Engineering, che cercava 80 ingegneri aeronautici offrendo stipendi fino a 55.000 euro annui, e la Ferchau Engineering che voleva 52 ingegneri aerospaziali, pagandoli fino a 75.000 euro all’anno.

o Come la mettiamo con la lingua? Per lavorare in Germania servono un permesso di lavoro (Arbeitsgenehmigung o Arbeitserlaubnis) o un permesso di residenza. Ci vuole anche la tessera fiscale (Lohnsteuerkarte) e il numero di previdenza sociale (Sozialversicherungsnummer).

Certo, se uno se la cava bene con l’inglese è un vantaggio, perché in Germania la gran parte dei tedeschi impara questa lingua a scuola e quindi la sua conoscenza è una chiave quasi indispensabile per vivere e operare senza problemi.

La Germania, inoltre, è uno dei più grandi esportatori del mondo e, di conseguenza, anche le altre lingue possono servire: attualmente c’è una forte domanda di chi sa dialogare con i Paesi asiatici. Però è evidente che parlare la lingua nazionale è condizione di preferenza.

o I diritti e il sistema cogestione. Che ci sia o meno un contratto di lavoro, alcuni diritti di base (come vacanze, stipendio per malattia, possibilità di scegliere il tempo pieno o parziale, la formazione, le ferie per maternità/paternità) sono intoccabili.

La legislazione che protegge il lavoro collettivo, inoltre, è forse la più avanzata al mondo. Nelle imprese con più di 2.000 impiegati, per esempio, viene applicata la co-determinazione del 1976, o legge della partecipazione dei lavoratori, la Mitbestimmungsgesetz. Una conquista civile: il principio di co-determinazione afferma che sindacati e impiegati hanno voce e diritto di voto nelle politiche dell'impresa, oltre però alla responsabilità della stessa.

o Allora perché non provarci… Tiriamo un po’ le somme. Siamo giovani, laureati con buoni voti, parliamo bene l’inglese e mastichiamo il tedesco (o viceversa). Oppure, possediamo una qualifica professionale subito spendibile (autista, cuoco, cameriere, pizzaiolo, muratore, meccanico di auto, operaio specializzato e non…).

Soprattutto, siamo disposti ad adattarci al modo di lavorare del tedesco-tipo, che non lavora molte ore ma possiede una cultura d’impresa molto orientata sulla gerarchia, dà grande importanza all’efficienza, alla produttività e alla puntualità, con scarsi contatti sociali durante il lavoro. Noi italiani, per come siamo fatti, ci troviamo un po’ a disagio. Ma, poiché qua non si batte chiodo, perché non giocare la carta tedesca in attesa che la situazione nel nostro Paese migliori?

o Come scovare le informazioni giuste. Su internet si possono consultare, per una “scrematura” preliminare del mercato del lavoro tedesco, parecchi siti. Per esempio www.germania.ws/come-cercare-lavoro-in-germania.html o www.lavorogermania.com, www.viaggio-in-germania.de/lavoro_germania.html, www.eurocultura.it (il portale della mobilità internazionale) e www.justlanded.com/italiano/Germania/Guida-Germania/Lavoro/Trovare-lavoro.

Per una ricerca diretta del posto di lavoro, invece (a meno di avere conoscenze “in loco”) niente è meglio di Eures, il portale europeo della mobilità professionale che riunisce le offerte provenienti dai vari uffici collocamento (Arbeitsämter) tedeschi. Su http://ec.europa.eu/eures/home.jsp?lang=it  attualmente – cioè mentre scriviamo queste righe – oltre a tutte le informazioni necessarie per trasferirsi all’estero ci sono oltre 100.000 offerte di lavoro dalla Germania.

Chi avesse bisogno di informazioni più dettagliate di quelle presenti sul sito, o avesse bisogno di chiarimenti, può rivolgersi a uno dei Consulenti Eures, la cui lista è consultabile sul sito. Per il Lazio, ci si può rivolgere a Lucilla Ricci, tel. 06.51688254, fax 06.51688194, e-mail: lucillaricci@hotmail.com.

o Per chi già se la cava con il tedesco. Se conoscete la lingua potrete curiosare tra i vari siti web e motori di ricerca in tedesco, come www.jobber.de, www.schuelerjob.de, www.job-suche.de, www.jobpilot.de, www.jobkurier.de oppure www.job-cafe.de. Senza dimenticare le agenzie per il lavoro (www.manpower.de o www.adecco.de).

In italiano poi altre strutture offrono opportunità di lavoro, come il Programma Leonardo da Vinci (www.programmaleonardo.net), Eurodesk (programma comunitario "Gioventù in Azione", www.eurodesk.it) e Camera di Commercio per la Germania, www.itkam.org.

Un’altra possibilità è quella di insegnare la lingua italiana ai tedeschi: in Germania ci sono di migliaia di scuole di lingue private che insegnano l'italiano. Per trovarle si può utilizzare un motore di ricerca (per esempio www.google.de) inserendo il nome della città desiderata seguita da parole chiave come Sprachschule e italiensch. Ecco qui tre indirizzi di scuole di lingue che hanno sedi in molte città della Germania: VHS (Volkshochschulen, cioè università popolari: www.vhs.de), Berlitz Rete internazionale di scuole di lingue (www.berlitz.de), Inlingua (www.inlingua.com).

CHI CERCA CHI. QUALCHE ESEMPIO TRA TANTI

 

In Germania di lavoro ce n’è tanto. Soltanto a dare un’occhiata alle proposte di Eures ce se ne rende conto. Al momento di andare in stampa, le opportunità presenti nel portale europeo “vecchie” di tre giorni erano circa 25.000. Tra queste, quelle per addetti all’edilizia (6.3029) seguite dagli operai qualificati (5.742), impiegati di ufficio (1.859) e autisti (1.348). Poi ingegneri (637), camerieri e barman (357), cuochi (397) e perfino insegnati (60). Le opportunità che seguono, quindi, sono solo la punta dell’iceberg.

 

CANTIERI edili a Berlino, Francoforte sul Meno e Monaco di Baviera cercano muratori, carpentieri e operai con esperienza nel settore.?È indispensabile la conoscenza minima della lingua tedesca. Si offre: contratto di 3-5 mesi, con possibilità di rinnovo, retribuzione, alloggio messo disposizione, retribuzione 2.000-2.500 euro mensili secondo la qualifica. Curriculum all’e-mail: trinacrias1972@yahoo.de.

 

ELAN, società del gruppo Edag operante nel settore della progettazione aerospaziale, cerca ingegneri aerospaziali strutturisti (2 senior e 1 junior). Si richiede: disponibilità al trasferimento nel Nord della Germania. Requisiti per i senior engineer: 5-10 anni di esperienza, ottima conoscenza dei software di calcolo strutturale Nastran, Patran, Hypermesh e Handcalcs, esperienza in progetti Airbus A320, A380, A400M e A350, inglese fluente scritto ed orale, esperienza nella revisione di stress reports, interface loads, certification. Requisiti per gli junior engineer: 2-5 anni di esperienza, buona conoscenza dei software Nastran, Patran e Hypermesh, inglese buono sia scritto sia orale, esperienza nella compilazione di stress reports. Si offre: contratto di collaborazione per una durata minima di 6 mesi, con probabile rinnovo, retribuzione oraria da 35 a 50 euro a seconda dell’esperienza e delle capacità. Curriculum, in inglese, dal sito http://offerte-lavoro.monster.it/Apply/Apply.aspx?JobID=99157897. Tel. 0049.421.5385468.

 

GASTROJOB, agenzia d’intermediazione, cerca personale giovane e dinamico sia per attività stagionali (soprattutto gelaterie) sia a tempo indeterminato.  Si richiede: conoscenza di base del tedesco. Si offre: contratto, stipendio orientativo di euro 1.500 mensili, vitto e alloggio. Per informazioni tel. 0049.61.87906330. Fax 0049.61.87906333. E-mail info@gastrojob-europe.de.?

 

GECI INTERNATIONAL, impresa leader nel project management aeronautico, lancia il programma Skylander in stretta collaborazione con la Reims Aviation Industrie e ricerca ingegneri aeronautici specialisti nelle funzioni di progettisti senior, stress team leader, specialisti Fem e prove statiche strutturali. Si offre: contratto a norma, stipendio di 40.000-60.000 euro annui. Curriculum, esclusivamente in lingua inglese, all’e-mail: nancy.morkel@geci.de.

 

GELATERIA cerca personale, esperto e non, per la stagione 2011. Requisiti: età massima 30 anni. Si offre: retribuzione di 1.500-1.800  euro mensili, possibilità di conferma. Per informazioni tel. 0049.281.29005 oppure 0049.175.7360405 (dopo le ore 20).

 

HOLZRUECKER, impresa che gestisce macchinari per la movimentazione del legno, cerca un autista. La mansione prevede spostamenti in Germania, Austria, Svizzera e altrove Si offre: assunzione a tempo indeterminato, retribuzione sui 2.000 euro mensili più extra. Rivolgersi al sig. Markus Puttner, Bachgasse 2 - 95152 Selbitz (Germania). Tel/fax 0049.0.92808308. Cell. 0151.12309741.

 

IMPRESA edile he opera a Berlino, Leipzig, Norimberga e Monaco di Baviera cerca muratori e operai edili con esperienza nel settore e capacità nelle rifiniture. È indispensabile una minima conoscenza della lingua tedesca. Si offre: contratto stagionale di 4-6 mesi, con possibilità di rinnovo, retribuzione 2.000-2.500 euro mensili, alloggio gratuito. Curriculum all’e-mail: trinacrias1972@yahoo.de.

 

INDUSTRIA italiana del settore automotive cerca impiegata contabile. Requisiti: età tra i 25 e i 35 anni, diploma in ragioneria o laurea a indirizzo economico, conoscenza fluente della lingua tedesca (gradita quella della lingua inglese), esperienza anche minima nel ruolo, ottime doti di relazione. Si offre: inquadramento e retribuzione in base alle competenze (2.000-2.500 euro mese). Curriculum all’e-mail: www.moduloinnovazione.com.?

 

RAGAZZE/I come cameriere/i  o banconiste/i per gelateria nelle vicinanze di Amburgo. Si richiede: minima conoscenza della lingua tedesca, capacità di lavoro in autonomia, esperienza nella mansione. Si offre: contratti stagionali o annuali, retribuzione di 1.500 euro mensili. Curriculum, con foto, all’e-mail: jcwjcw1994@ymail.com.

 

PIZZERIA e ristorante a Monaco di Baviera cerca cameriera e barista. Si richiede: esperienza nella mansione, disponibilità di orario, serietà, predisposizione al rapporto con il pubblico, bella presenza, conoscenza della lingua tedesca. Stipendio di euro 1.500-1.800 al mese. Per informazioni e per l’invio del curriculum (con foto) contattare il numero  0049.81.427882.

 

RISTORANTE in Aquisgrana gestito da un italiano che vive da quasi 40 anni in Germania, cerca urgentemente un cuoco qualificato (almeno 5 anni di esperienza) e una cameriera di sala con mansioni di barista (almeno esperienza biennale). È gradita la conoscenza della lingua tedesca e/o inglese. Si offre: contratto a tempo indeterminato, stipendio da concordare (cuoco circa 2.500 euro mensili, cameriera 1.500), impegno di 8-9 ore giornaliere, un giorno libero a settimana, possibilità di vitto e alloggio. Si possono candidare anche coppie. Contattare Salvatore Tucconi, tel. 0049.241.31377. Fax 0049.241.29992.

 

RISTORANTE in Germania cerca cuoco (o cuoca) capace di gestire in modo autonomo la cucina. Si richiede: esperienza nella mansione in Germania per un periodo non inferiore ai due anni. Si offre: vitto, alloggio e retribuzione da concordare (circa 2.500 euro). Curriculum, con foto, attraverso il sito http://lavoro.trovit.it (offerta A453939).

 

RISTORANTE e pizzeria cerca barista e aiuto cameriere/a.  Si richiedono buona esperienza, buona volontà, conoscenza della lingua tedesca. Si offre: possibilità di alloggio, stipendio tra i 1.500 e i 2.00 euro al mese. Candidatura dal sito: http://www.trovilavoro.it/candidati/offerta.asp?codice=ext114617.





Argomenti Correlati

CONDIVIDI